fbpx

Assegno proposta di acquisto immobiliare: alcuni consigli

Feb 5, 2020 | Documenti

Come abbiamo già detto nell’articolo riguardante la proposta d’acquisto immobiliare, la sottoscrizione della proposta d’acquisto deve essere accompagnata da un assegno volto alla dimostrazione della reale volontà dell’acquisto. In questo articolo ci concentriamo su questo aspetto per darvi qualche consiglio riguardante l’assegno proposta di acquisto immobiliare.

Che cosa è l’assegno proposta di acquisto immobiliare?

L’assegno proposta di acquisto immobiliare può essere inteso come la garanzia circa la serietà e la veridicità dell’impegno assunto da parte dell’acquirente. La proposta d’acquisto immobiliare redatta dal compratore deve essere corredata da un assegno non trasferibile intestato al proprietario della casa che si vuole acquistare, una caparra che rimane vincolata a dimostrazione del reale interesse.
Se ci si è affidati ad un’agenzia immobiliare, solitamente è lo stesso agente che richiede il deposito dell’assegno al momento della sottoscrizione della proposta d’acquisto casa. L’importo indicato nell’assegno è conservato come deposito fiduciario, non matura interessi ed è a titolo gratuito.

assegno proposta di acquisto immobiliare

Incasso assegno proposta di acquisto

È bene sapere che l’assegno va sempre intestato al proprietario dell’immobile e mai all’agenzia.
L’assegno in alcuni casi viene depositato subito e incassato dal proprietario, ma nella maggior parte delle volte viene conservato come deposito.
La somma versata con l’assegno non trasferibile non deve essere mai incassate dall’agente immobiliare, né a favore di un eventuale acconto provvigione né sotto forma di risarcimento danni.
Se la proposta viene accettata, e non ci sono vincoli per la vendita, l’assegno assume il ruolo di caparra confirmatoria, ovvero viene detratto dal totale dell’importo dovuto. Nel caso contrario l’acquirente, o proponente, avrà il diritto a vedersi restituire l’intero importo.
Ovviamente vi starete chiedendo: “se l’assegno proposta di acquisto immobiliare tutela chi vende casa, come fa l’acquirente ad essere certo della bontà dell’affare?”. Ovviamente affidarsi ad un’agenzia immobiliare permette di tutelarsi da eventuali problematiche dovute all’inesattezza dei documenti che potrebbero ostacolare la conclusione dell’affare o creare un danno all’acquirente.

Quale importo deve avere un’assegno proposta immobiliare?

Quando decidi di comprare una determinata casa, l’aspetto che ti dà il vantaggio sugli altri, oltre alla correttezza della pratica, è l’importo dell’assegno allegato alla proposta.
L’importo dell’assegno gioca un ruolo essenziale sul rischio della trattativa, qualora il venditore accetti la proposta non potrai più tirarti indietro senza perdere l’intero importo. Diversamente, se dopo l’accettazione è il venditore a ripensarci dovrà consegnarti l’intero importo più una somma equivalente all’assegno. Sostanzialmente, se avevi consegnato un assegno di 5.000€, il venditore dovrà consegnarti una cifra pari a 10.000€.

Riguardo all’importo che deve avere l’assegno, non c’è una regola scritta ed è molto soggettivo. La cifra segnata sulla proposta, e accertata dall’assegno fisco, è una dimostrazione della volontà e della determinazione nel voler acquistare una casa. Questo significa che maggiore è la cifra maggiore è l’interesse. Poiché una volta accettata la proposta l’assegno diventerà una caparra da sottrarre all’importo complessivo, il venditore sarà più propenso ad accettare l’assegno che ha una cifra maggiore, in quanto gli dà una garanzia maggiore.
Se la casa che hai visto ti piace particolarmente, confrontati con la tua agenzia per determinare un importo congruo che ti dia la giusta tutela. Richiedi sempre una copia della proposta firmata e dell’assegno allegato.
E bene sapere che l’agenzia immobiliare, in caso di mancata accettazione non deve pretendere alcuna provvigione. Sarà lo stesso agente a dover comunicare, entro la data limite prevista nel modello proposta di acquisto, l’intenzione del venditore di accettare o meno. Se si supera la data chi ha fatto la proposta ha il diritto di riprendere e ritirare l’assegno. La data di accettazione, come già abbiamo detto non deve essere eccessivamente lunga, massimo 10 giorni, almeno che non insorgano vincoli che oggettivamente rallentano il processo decisionale, come nel caso di un’eredità in cui sono presenti più proprietari.

incasso assegno proposta  di acquisto immobiliare

Proposta di acquisto senza assegno: è possibile?

Diciamo che l’assegno non è un aspetto vincolante per la validità della proposta d’acquisto ma è una forte garanzia nei confronti di che vende casa. Molte volte chi fa la proposta ha difficoltà a reperire i soldi per sottoscrivere l’assegno, magari perché sono vincolati o sta aspettando un finanziamento. Dall’altra parte, chi si trova ad accettare una proposta senza assegno si assume grandi rischi, nel caso infatti il proponente cambi idea, sarà costretta a far valere le proprie ragioni.

In pratica, se il venditore accetta (e l’accettazione viene formalizzata e comunicata al proponente), si ha un contratto preliminare che prevede reciproci obblighi: consegnare l’immobile promesso e pagare la somma stabilita.
Se il promissario non esegue i suoi obblighi può essere considerato inadempiente e costretto al risarcimento danni ma l’altra parte, non avendo nessuna caparra da poter trattenere, per ottenere il risarcimento deve procedere per vie legali e, tra l’altro nel frattempo non gli sarà possibile vendere l’immobile.

Il nostro consiglio è quello di non accettare mai proposte che non hanno a corredo un assegno; o si aspetta che questi potenziali acquirenti rimediano il denaro necessario o si sceglie un cliente più affidabile!

Valuta la tua casa velocemente e senza vincoli

Quanto vale la tua casa?

La valutazione di un immobile
è il primo step per vendere casa

Richiedi una perizia on-line gratuita, affidabile e non vincolante

Maison David

Maison David srl Agenzia Immobiliare Altavilla Vicentina (VI) Tel. 0444.37.13.82 Email: info@maisondavid.com

Seguici anche su

Share This